Home   |    Rivenditori   |    Filosofia   |   

Dettaglio News

Exogal Comet e Comet+Ion su Dagogo
16/01/2017

Exogal è una azienda statunitense fondata nel 2013 da tecnici ex-Wadia progettisti di acclamate elettroniche negli anni '90.
Il loro primo progetto, il DAC Comet, sorprende per completezza, flessibilità e prestazioni.
Di seguito cosa ne pensa il magazine statunitense Dagogo, la cui opinione si affianca ad altre da tutto il mondo, comprese quelle di casa nostra di Audioreview e Audio Activity e la imminente di Remusic.

Dagogo prova anche il finale Ion che Exogal presenta a metà 2016. Questa elettronica è pensata per funzionare esclusivamente accompagnata dal suo DAC Comet dal quale riceve il segnale digitale attraverso una connessione proprietaria.
Per questo Dagogo parla dell'Ion come di un Power DAC.

Di seguito alcuni passaggi. Il link alle recensioni complete (in inglese) lo trovate sul fondo.

Recensione DAC Exogal Comet:
La creazione di un nuovo DAC o, per meglio dire, di un innovativo metodo di rendering dei dati digitali affinché la musica suoni in modo più naturale, richiedeva una certa dose di immaginazione.
Per riuscirci Exogal ha abbandonato ogni genere di trattamento tipico degli zeri e degli uni nonché i soliti meccanismi di oversamplig ed upsampling. Piuttosto ha elaborato un algoritmo che ricrea interamente il segnale digitale.
Il software Exogal calcola pendenza e velocità di variazione di tutti i campioni per “lisciare” la forma d’onda.
Ciò implica un massivo intervento di re-rendering da parte del DSP, che produce una copia migliorata del segnale priva di artefatti digitali, solitamente attenuati con filtri a valle del DSP che generano diversi inconvenienti.

La forma d’onda del Comet suona in modo estremamente analogico. Le mie orecchie la percepiscono in modo assolutamente organico e completo, senza stress, come gli altri non riescono.

Esiste una limitazione alla forma d’onda del Comet, un punto in cui l’aggiunta di un numero troppo elevato di informazioni possa in qualche modo influenzare negativamente il suono rendendolo insipido, sottile o sbilanciato? Io non ho mai raggiunto questo punto pur avendo presentato al Comet file in altissima risoluzione.
C’era tanta azione nella musica, tanta complessità, nonostante l’analisi da effettuare sul digitale fosse molto più difficile del normale: l’orecchio semplicemente desiderava ascoltare, senza bisogno di criticare la performance.
Ascoltare i transienti del Comet è molto divertente perché in precedenza i colpi di tamburo o di cembalo, la diteggiatura del sassofono o le note del piano risentivano come di una qualità troncata.
Il movimento del suono nell’aria e il dacay delle note hanno un diverso modo di palesarsi grazie alle informazioni supplementari messe a disposizione dal Comet.


Recensione della coppia Comet/Ion:
La tua amplificazione ed il tuo DAC funzionano ancora bene; potresti usarli ancora per molto tempo. Finché non ascolterai il Comet e l’Ion potrai continuare ad essere felice.

Il Comet e l’Ion hanno prezzi popolari nel panorama hiend, prezzi per amanti della musica che non hanno a disposizione budget esagerati, ma il Comet/Ion si comportano piuttosto come prodotti progettati per un “uno percento” degli audiofili.

Ad ogni modo, a prescindere dal loro prezzo, voi avete l’opportunità di possedere non solo il miglior suono della categoria, ma il miglior suono in assoluto, ed ora, non tra qualche anno quando la tecnologia presente su questi prodotti sarà disponibile su prodotti a basso costo.

Il progresso tecnologico ci presenta plurimi esempi di insignificanti cambiamenti promossi come monumentali.
Forse mi crederete quando vi dirò che i miglioramenti introdotti dal Comet/Ion non meritano affatto di scomparire, ma di essere usufruiti da decine di audiofili.

L’Ion (che può essere denominato anche Power DAC) utilizza un amplificatore in classe D come le tradizionali amplificazioni in classe D fanno. La distinzione tra le due tecnologie è che un amplificatore digitale evita i numerosi stadi analogici e interconnessioni presenti sui tradizionali classe D, evitando anche rumore e distorsione associati a queste fasi.
Il segnale non viene processato da banchi di condensatori; il segnale digitale controlla invece la tensione di uscita di un alimentatore ad alta tensione che risponde istantaneamente ai cambiamenti dei bit, praticamente senza ritardo.
Il progettista afferma che “Questo permette transienti estremamente veloci perché non vi è alcuna significativa isteresi ad affliggere l’audio”.
Questo elimina ogni ritardo operativo, l’isteresi di cui parlava il progettista, e garantisce un potenza extra-pulita da fornire quasi istantaneamente.


Recensioni originali:
www.dagogo.com/exogal-comet-dac-review
www.dagogo.com/exogal-ion-powerdac-review


Approfondimenti Exogal   -   Listino prezzi


 

Tutte le news
MondoAudio - via Provinciale, 59/J 24060 Cenate Sopra (BG) // Tel. 035 561554 − Cell. 347 4067308 // Email: info@mondoaudio.it // P.IVA:. 03454700166
Copyright © MondoAudio. All Rights Reserved. Powered by netskin.net | Links