Home   |    Rivenditori   |    Filosofia   |   

Dettaglio News

Genesis 6.1c: il Canale Centrale
01/06/2010

La rivista statunitense "The secrets of Home Theatre and High Fidelity" ci parla delle qualità del canale centrale Genesis 6.1c:

"Il Genesis 6.1c è tradizionalmente usato come canale centrale ma può funzionare, in coppia, anche come diffusore stereo. Ne avevamo un paio per la nostra prova.
Questo diffusore è un progetto a 3 vie che monta drivers Genesis: il tweeter a nastro circolare da 2,5cm, il midrange in titanio da 12,5cm e due woofers in alluminio da 15cm.
Sul pannello posteriore è presente un ulteriore tweeter a nastro circolare da 2,5cm pilotato in controfase e che può essere eventualmente escluso quando la vicinanza alla parete di fondo non ne permetta un corretto utilizzo. Questo tweeter aggiunge presenza e ricchezza al suono.
Sono presenti anche dei controlli sull’incidenza dei tweeters (± 1 dB) e dei midranges ± 0.75 dB che lavorano magnificamente ed aiutano il posizionamento in ambiente. Se non amate alti particolarmente incisivi potete attenuarli; dando enfasi alla gamma media invece, si portano innanzi le voci, vero punto di lavoro di un canale centrale. Pensavo che queste regolazioni potessero in qualche modo “gonfiare” il suono, ma non è così. Danno un tocco molto gradevole.

L’ascolto
Ho provato il Genesis 6.1c con il Classé SACD-2, Yamaha Universal Player, Lexicon MC-12 SSP, Balanced Audio Technology VK-5i preamplifier, Balanced Audio Technology VK-500 Power Amplifier, McIntosh MC-602 Power Amplifier, McIntosh MC-1200 Power Amplifier, Carver Platinum Ribbon Speakers, and Thiel CS2.4 Speakers. L’ho usato come canale centrale ed, in coppia, anche come sistema stereo.
Signori queste casse sanno suonare.
Per esempio con il SACD Telarc (SACD-63598) in cui abbiamo Geri Allen al piano, Jack DeJohnette alla batteria e Dave Holland al basso, il colpo al tamburo è preciso e naturale. Il piano è proprio dove deve essere. Il soundstage è ampio con nessun vuoto nel centro (ho utilizzato sia il setup stereo con due G6.1c, sia un G6.1c come canale centrale).

Se amate il piano jazz, provate Brain di Hiromi (Telarc SACD-63600). C’è una tra le migliori combinazioni di piano e batteria elettronica che io abbia mai ascoltato ed il Genesis l’ha riproposto in modo egregio. E’ un disco difficile perchè la batteria eletrtonica produce frequeze alte molto articolate.

The Firebird di Stravinsky non è da meno soprattutto nella versione Telarc SACD (SACD-60039). Parte un un livello molto basso e aumenta fino ad un picco che sfida qualsiasi sistema di riproduzione. Genesis era pronto a raccogliere la sfida almeno fino a quando i brividi dalla sciena sono passati alla nuca facendomi preoccupare.

I vespri di Rachmaninov sono un buon disco per testare la chiarezza delle voci in un impianto. Le voci vengono riprodotte in modo molto naturale dal G6.1c.

Films, films, films. Ho tirato fuori la mia collezione di films. Uno dei miei preferiti è Pearl Harbor poiché durante la la scena dell’attacco gli uomini urlano ordini mentre tutt’intorno avvengono esplosioni. Il G6.1c emette questi ordini con grande chiarezza.

Conclusioni
Se l’intero sistema 6.1 suona come il 6.1c, questo è di sicuro un sistema di riferimento. Possiede un suono stupendo che si sposa con la sua estetica. Il canale centrale è una parte critica di un sistema surround ed il G6.1c è completamente adeguato a raccogliere la sfida."

Ancora sul Genesis 6.1c Intera recensione (inglese)


 

Tutte le news
MondoAudio - via Provinciale, 59/J 24060 Cenate Sopra (BG) // Tel. 035 561554 − Cell. 347 4067308 // Email: info@mondoaudio.it // P.IVA:. 03454700166
Copyright © MondoAudio. All Rights Reserved. Powered by netskin.net | Links