Home   |    Rivenditori   |    Filosofia   |   

Dettaglio News

TIDAL Piano Cera su UltraAudio
21/08/2011

Il senso di questo articolo è piuttosto semplice: sulla carta le specifiche, la configurazione dei drivers, la grandezza dei cabinet sono comparabili, ma il costo dei diffusori TIDAL è, in alcuni casi, anche cinque volte superiore al costo dei diffusori B&W. La domanda allora è: perché?

Ho chiesto a Janczak (patron TIDAL) una coppia di Piano Cera perché pensavo che potessero offrire il miglior valore all’interno della gamma TIDAL. Il loro costo è di poco inferiore al doppio rispetto al costo delle B&W 803 Diamond con le quali le confronterò ed inoltre il range di prezzo occupa un settore molto popolato e combattuto nel panorama hiend.

Dall’esterno, valutando cabinet e drivers, non paiono molto diverse da quanto offra il resto del mercato. Se ci limitiamo però ad esaminare questi due aspetti e non scendiamo in profondità nella filosofia TIDAL per capire cosa ha permesso a questi diffusori di guadagnare questa grande popolarità in pochi anni, rischiamo di non comprendere che cosa hanno di veramente speciale.
Per prima cosa occore dire che non sono diffusori magici o creati da intrugli segreti o da voci di maestri: sono semplicemente diffusori brillantemente progettati.

Descrizione
La prima cosa che noterete è che che il cabinet in MDF ha un peso molto alto rapportato alle dimensioni. Le pareti sono larghe quasi 4cm e saldamente unite con sistemi maschio-femmina che garantiscono compattezza. L’interno del cabinet è rinforzato in un modo che richiama ironicamente il sistema B&W Matrix. Dai disegni CAD si può rilevare che all’interno lo spazio è per la maggior parte occupato. Se si aggiunge che lungo le pareti interne è presente parecchio materiale smorzante, possiamo concludere che si tratta di un cabinet sordo ed inerte.

I drivers Accuton sono prodotti su specifica per TIDAL. Rispetto alla versione standard questi drivers possono produrre una escursione maggiore rimanendo estremamente lineari. Il tweeter ceramico da 3cm è ricoperto da grafite.

Le Piano Cera possiedono 3 drivers per un progetto a 2,5 vie con caricamento a bass reflex. Possono essere facilmete configurate dall’utente come: 2 vie puro (per piccoli ambienti) dove il secondo woofer da 17 è completamete scollegato; 2,5 vie (per ambienti medio-grandi) dove il secondo woofer opera in modo lineare dedicato alle basse frequenze; 2,5 vie con un rinforzo in gamma bassa tra i 25 ed i 35Hz (per ambienti grandi).

Il crossover è realizzato con componentistica del più alto livello da Mundorf e Dueland in modo da ottenere una risposta assolutamente piatta su tutto lo spettro.

I progettisti TIDAL ritengono particolarmente importante per un diffusore la sua risposta all’impulso. Dalla sua misurazione si comprende il comportamento dei drivers nel dominio del tempo.
In sostanza il diffusore è alimentato da un picco di voltaggio e ciò che ne esce è catturato da un microfono. L’uscita di ogni driver è tracciata da un diagramma che riporta sull’asse x la dimensione tempo in millisecondi.
Si può innanzittutto rilevare che in un progetto time-coincident il grafico riporta un unico picco di forma triangolare, il che signfica che tutte e tre le uscite dei drivers sono arrivate al microfono nel medesimo istante. Se così non fosse il diagramma avrebbe mostrato 2 o più picchi distinti.

Tipicamente vengono utilizzati crossover del primo ordine (bassa pendenza) per realizzare progetti time-coincident poiché hanno minimi spostamenti di fase nei dintorni della regione di sovrapposizione, ma di contro hanno una ampia zona di sovrapposizione tra i drivers con conseguente alta distorsione.
Crossover di ordine superiore (alta pendenza) al contrario hanno piccole zone di sovrapposizione ma grandi spostamenti di fase. TIDAL utilizza invece crossover di alto ordine per realizzare diffusori time-coincident.
Sono gli unici diffusori al mondo? Non posso dirlo sebbene possa dire che le Piano Cera siano i primi diffusori che io abbia incontrato che perseguano questa filosofia progettuale.

Alcune note: la laccatura Piano Black del mio paio è la più raffinata che abbia mai visto su un diffusore: nessuna onda, increspatura, buccia d’arancia o opacità. Solo bellezza.
L’attenzione al dettaglio nella costruzione, finitura e imballaggio è quanto si spera di avere per un diffusore di questo prezzo. Ogni TIDAL è spedita in un fight case e 4 piedini sono incusi per ogni diffusore. I diffusori sono mono wiring e la loro morsettiera è di eccellente qualità costruttiva.

Il suono
Appena entrati in sala d’ascolto la prima sensazione è stata di grande sorpresa. Mi ricordo di essermi preoccupato circa la possibilità che piccole 2,5 vie fossero in grado di muovere abbastanza aria in gamma mediobassa e bassa da poter riprodurre al meglio la musica che preferisco (per questo i miei diffusori sono grandi sistemi da pavimento).

Per questo sono sorpreso. Le Piano Cera riproducono peso ed energia soddisfacenti dai 100 fino ai 30Hz. E’ presente un leggero riverbero pur rimanendo relativamente fermo e viscerale quando la musica lo richiede.
Alzando il volume fino a portare la presione ai 93db, il suono rimane composto e chiaro senza udibili compressioni o distorsioni. Il mediobasso è solido e veloce.

Hanno delle alte stupende ed ariose. I transienti sono veloci, persino esplosivi quando gli è richiesto, con un bordo sapientemente tagliente che rende eccitante il suono della chitarra.
Sebbene appaiano levigate e lucide, possono essere delicate e morbide quando la musica lo richiede.

Confronto con B&W 803D
Prima di tutto, anche se può sembrare un controsenso, le Piano Cera hanno un basso migliore: più profondo di almeno 5Hz mantenendo un migliore contatto sulle note. Il basso appare anche maggiormente articolato. In altre parole le TIDAL offrono un realismo superiore nella mia stanza d’ascolto.
Gli alti sono una sorpresa. Sebbene sappia che il tweeter in diamante delle 803D abbia estensioni superiori rispetto al ceramico TIDAL, tutto ciò non racconta l’intera storia.
Le Piano Cera sembrano rilasciare con più agio e presenza la gamma alta sebbene non si percepiscano alcuni piccoli dettagli (es il decadimento dei cembali) che si possono sentire con il tweeter migliore.
Infine le Piano Cera suonano in modo più vivo, più trasparente alla sorgente e soprattutto più coinvolgente: ho potuto leggere più in profondità le registrazioni su tutto lo spettro udibile.
In definitiva sono un diffusore migliore.

Conclusioni
Le TIDAL Piano Cera sono un diffusore splendidamente suonante. I suoi transienti sono veloci e suonano con più peso e profondità di quanto avreste mai potuto sospettare da un sistema simile.
In effetti guardandole, dal vivo o su carta, nulla vi darà indizi circa le prestazioni in agguato sotto il loro aspetto semplice ed elegante.
C’è una tonnellata di intelligente ingegneria al loro interno che si traduce in risultati udbili.


Approfondimenti Piano Cera   -   Tecnologia   -   Intera recensione (inglese)
 

Tutte le news
MondoAudio - via Provinciale, 59/J 24060 Cenate Sopra (BG) // Tel. 035 561554 − Cell. 347 4067308 // Email: info@mondoaudio.it // P.IVA:. 03454700166
Copyright © MondoAudio. All Rights Reserved. Powered by netskin.net | Links